Semplice monitoraggio di potenza dopo Google Power Meter

Quanta energia si consuma? Quando? Domande importanti per la riduzione del consumo di energia a cui non sempre è facile dare una risposta.
Ma come misurare i consumi energetici, storicizzarli e presentarli in maniera facile ed intuitiva?

Una soluzione completa di monitoraggio deve essere composta da:

  • un sistema hardware per la misurazione e la trasmissione (preferibilmente wireless) dei dati di consumo energetico,
  • un sistema software per la storicizzazione dei dati e la loro presentazione.

Esistono alcuni sistemi online per la storicizzazione dei consumi energetici, io avevo scelto Google Power Meter e, quando Google ha deciso di chiudere il progetto, ho deciso di sostituirlo con qualcosa scritto da me!

Procediamo con ordine ed analizziamo i vari componenti del sistema di monitoraggio funzionante in casa mia 🙂

  • Hardware di misura

Per la misura della potenza elettrica ci si è affidati alla soluzione proposta da Current Cost costituita da un monitor che riceve e visualizza le informazioni spedite dal sensore di misura. La comunicazione avviene mediante il protocollo C2 funzionante a 433MHz e già pronto per la ricezione di dati da più sensori.

Current Cost EnviR
Current Cost EnviR kit

Ogni sensore spedisce al monitor il valore di consumo rilevato dalla pinza amperometrica ogni 6 secondi circa; i dati vengono elaborati dall’elettronica del display e presentati oltre che convertiti in XML e spediti verso la porta seriale (collegata mediante il cavo USB).


  • Server

Come server ho scelto il GuruPlug, un computer embedded prodotto dalla GlobalScaleTechnologies. Per un centinaio di euro è possibile avere un sistema a basso consumo energetico con Debian a bordo, una potente CPU da 1,2GHz, 512 MB di RAM e FLASH più WIFI, Bluetooth, ethernet e prese USB.

GuruPlug
GuruPlug

Non si può fare un sistema di monitoraggio della potenza elettrica senza un compouter a basso consumo energetico 🙂

  • Software di monitoraggio
Ogni 6 secondi circa ogni sensore manda le informazioni sulla potenza energetica istantanea, il monitor raccoglie questo dato e lo trasmette sulla porta USB in formato XML. La descrizione completa del protocollo si trova qui.
Il frammento XML viene letto ed analizzato da uno script che ne effettua la storicizzazione. A scadenze regolari vengono poi fatti partire gli script per l’aggiornamento delle immagini e dei dati aggregati.
  • Presentazione dei dati 
La presentazione dei dati avviene mediante una pagina web ed una serie di immagini del consumo energetica a vari istanti temporali generate utilizzando il programma RoundRobinDatabase RRD.
Website
Website
  • Elaborazioni
Ogni dato viene salvato in un file testuale in formato CSV, ogni giorno a mezzanotte viene creato un nuovo file di log.
  • To Do
Rimangono numerose aree da esplorare come:
  • completare la rappresentazione dei consumi aggiungendo i valori numerici cumulati,
  • effettuare analisi più approfondite dei dati raccolti,
  • rilevare pattern di consumi distinguendone l’elettrodomestico coinvolto (lavatrice, forno, lavastoviglie, ecc) ed isolarne i consumi.

1 Comment


  1. I think you have wonderful ideas.

    Greetings from Serbia 😉

     

    Milijana

    Reply

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *